mare

Sei e sette luglio 2016: seconda edizione per il blog tour organizzato dal Comune di Anacapri in collaborazione con Federalberghi e Ascom. L’idea è questa: sfruttare gli strumenti del web – Instagram, blog, Twitter, Facebook – per far conoscere le bellezze del comune di sopra. E aiutare il potenziale turista a scoprire le bellezze del luogo.

mare

L’anno scorso al formula era questa: 5 travel blogger, professioniste del turismo online seguite dagli appassionati di viaggi, hanno trascorso 2 giorni ad Anacapri per scoprire la natura, i luoghi, la cucina del posto. Hanno visitato il Faro di Punta Carena, Monte Solaro, il centro storico, la chiesa di San Michele e hanno portato sul web queste meraviglie.

Oggi si continua con la promozione online del territorio ma si punta soprattutto sulla formazione. Adesso i ragazzi che hanno superato la selezione natalizia sono protagonisti: 5 alunni delle scuole superiori affiancano un blogger professionista (Riccardo Esposito) per raccontare la bellezza attraverso immagini, foto, video e link.

Programma delle giornate

C’è un programma da rispettare in questo blog tour anacaprese? Temi e luoghi sono dettati da una tabella di marcia pensata per ottimizzare ogni passaggio. La prima giornata è dedicata alle attività di blog tour: i ragazzi seguono un percorso per raccontare natura e cultura.

  • Appuntamento alle 8.30 al centro di Anacapri.
  • Partenza per Cetrella e Monte Solaro.
  • Camminata in direzione Migliera.
  • Discesa lungo la Guardia.
  • Arrivo al Faro di Punta Carena.
  • Parco di Damecuta.

La giornata si conclude con la visita ai belvedere del Caesar Augustus e dell’Hotel San Michele. Per il 7 luglio, invece, è prevista una prima parte della giornata in aula con Riccardo Esposito per lavorare con i social.

Appuntamento alle 8.30 in mediateca e lezione in aula. Alle 12.00 seconda parte del blog tour nel centro storico di Anacapri per visitare dimore storiche e chiese. Anche quest’anno Federalberghi e Ascom Anacapri hanno partecipato all’organizzazione dell’evento.

Obiettivo dell’evento

L’obiettivo è diverso da quello definito l’anno scorso. Nel 2015 si voleva creare attenzione intorno al nome Anacapri, far conoscere ai turisti che ci sono dei luoghi speciali anche fuori dai centri del turismo classici. Come ad esempio la passeggiata dei fortini.

Quest’anno c’è sempre l’intento di mettere in luce Anacapri (con l’hashtag ufficiale #anacpariwhynot), ma si vuole anche puntare sulla formazione dei ragazzi. Persone che si diplomeranno a breve e probabilmente avranno bisogno delle competenze legate ai social network, ai linguaggi del web.

Raccontare un luogo e nel frattempo imparare a farlo nel miglior modo possibile grazie all’esperienza e alle idee di una persona che fa storytelling turistico per lavoro. Ecco cosa si nasconde dietro il nuovo appuntamento con il travel blogging ad Anacapri.

Share: