piazza boffe

L’Isola di Capri è una delle località italiane più visitate dello stivale. Il motivo è semplice: c’è tutto quello che puoi desiderare. C’è la natura, c’è il mare, c’è la cultura. E c’è anche la vita mondana. Puoi decidere la tua vacanza intorno agli interessi e alle passioni, e trovare sempre quello che vuoi. Anche il silenzio di un borgo antico.

piazza boffe

A Capri regna la famosa Piazzetta, il salotto del mondo. Ad Anacapri, invece, l’attenzione è per il suo centro storico: un luogo sospeso nel tempo che sembra custodire una storia antica. Anzi, è proprio così: sembra di essere tornati indietro di cent’anni, quando sulle strade c’erano disegnate le campane dei ragazzini e i muri erano di pietra viva.

Sembra impossibile? Basta andare nella Piazza Boffe per capire di cosa sto parlando. La conosci? Hai già sentito parlare di questa zona? Vieni a dare un’occhiata, troverai sicuramente le atmosfere che cerchi.

Come arrivare a Piazza Boffe

Questa piazza si trova ad Anacapri, il secondo comune dell’isola. Per raggiungerla da Capri o da Marina Grande devi prendere un autobus o un taxi e fermarti a Piazza Vittoria. In realtà puoi andare oltre e raggiungere comunque le Boffe, ma da questa fermata percorri il centro del paese e la bella passeggiata di Via Giuseppe Orlandi.

Da questa zona puoi visitare Villa San Michele o prendere la seggiovia per andare sul Monte Solaro. Per arrivare alle Boffe, invece, devi scendere lungo il viale alberato che porta verso la chiesa di Santa Sofia. Qui trovi delle scalette che ti guidano verso un vicoletto: ancora qualche passo in questa direzione e trovi un bivio. Prendi la stradina a sinistra e sei arrivato a Piazza Boffe.

Antiche architetture isolane

Piazza Boffe sorprende perché è un luogo immobile nel tempo. Poche cose sono cambiate da quando i bambini giocavano scalzi su queste pietre baciate dal sole. Questa piazza si presenta a forma ovale e con due grandi palme circondate da muretti in pietra che diventano panchine insieme ai gradoni delle case. Qui le sere d’estate le luminarie rallegrano l’atmosfera, sembra di essere sempre in festa.

L’aspetto caratteristico di Piazza Boffe: l’architettura. Le ristrutturazioni hanno mantenuto fede all’arte dei vecchi mastri muratori che sceglievano la volte a botte, un sistema semplice e funzionale che caratterizza buona parte delle abitazioni capresi.

D’altro canto il nome di questa località deriva proprio dalle volte a botte. Le chiamavano “abbuffate”, gonfie. Basta fare un giro nei dintorni, nel dedalo di vicoletti che circondano la piazza, per capire che qui tante cose sono rimaste invariate.

Gli eventi di Piazza Boffe

Piazza Boffe è luogo di ritrovo nella vita quotidiana, ma anche durante gli eventi storici del Comune di Anacapri. Qualche esempio? Il primo e il più sentito dalla popolazione: la processione di Sant’Antonio, il patrono locale.  Durante questa ricorrenza, che cade il 13 giugno, la statua del santo viene portata in piazza. E durante il tragitto c’è una statua del bambino Gesù che accompagna l’effige con un sistema di carrucole.

piazza boffe

Per l’occasione le donne del quartiere preparano una raffigurazione di Sant’Antonio a terra con petali di fiori. Ovunque regna il giallo delle ginestre, fiore del periodo e legato quindi al culto religioso.

Ancora un appuntamento storico a Piazza Boffe: la Settembrata. Durante questa festa che si tiene l’ultima settimana di agosto il paese si ritrova tra le stradine del centro storico. E le Boffe diventano teatro di assaggi gastronomici ed eventi commemorativi, come la battitura dei legumi e il mercatino delle pulci.

Un tuffo nella storia

Questo è Piazza Boffe: un modo per respirare delle atmosfere che in molti luoghi dell’isola sono stati dimenticati. Se stai programmando la tua vacanza a Capri non dimenticare di inserire questa località nel tuo itinerario. Anche perché da Piazza Boffe puoi raggiungere facilmente il centro del paese e luoghi d’interesse come la bellissima Chiesa di San Michele.

Share: