via krupp

Capri è vista da tutti come l’isola del mare e delle giornate in spiaggia. D’altro canto qui non mancano i lidi e gli stabilimenti balneari. Siamo su un’isola, la Marina Grande è il luogo in cui si ritrovano i marinai prima di iniziare una nuova giornata tra grotte e calette, mentre a Marina Piccola vive ancora il mito grazie a Ulisse e allo Scoglio delle Sirene.

Capri isola di mare, quindi, legata alle tradizioni del dio Poseidone. Ma non solo. La Perla del Mediterraneo ha mille risorse, ed è difficile rinchiuderla in una categoria ben precisa. Tu la definisci luogo turistico per chi ama il mare, io ti assicuro che c’è spazio anche per chi preferisce la campagna.

Anzi, Capri è perfetta per chi vuole perdersi tra i colori e i profumi della natura che regala spazi verdi e accoglienti. Non sono luoghi adatti per fare campeggio ma zone dedicate a chi ama passeggiare. Allora, quali sono i (piccoli) parchi di Capri?

Damecuta

Il primo parco che voglio inserire nella lista è quello di Damecuta, ad Anacapri. Lungo al strada per raggiungere la Grotta Azzurra si trovano i resti storici dell’antica villa di Tiberio, l’imperatore romano che fece costruire 12 dimore sull’isola. Quella di Damecuta presenta le fondamenta e intorno a queste rovine sorge una pineta.

damecuta

Le rovine di Damecuta.

Il panorama che offre questo luogo è senza pari. Davanti a te hai il Golfo di Napoli, e lungo la strada per arrivare puoi ammirare il versante ovest dell’isola. Quello attraversato dal Sentiero dei Fortini. Per raggiungere Damecuta devi prendere l’autobus da Anacapri per la Grotta Azzurra: chiedi all’autista la fermata utile.

Parco Filosofico

Anche questo spazio verde si trova ad Anacapri, quasi al belvedere della Migliera. Il parco filosofico è un’idea del Professor Gunnar Adler Karlsson che ha deciso di aprire al pubblico questa proprietà e di creare un percorso di conoscenza e sapere. Questo è possibile grazie alle mattonelle in ceramica decorate dagli artisti capresi.

Sulle mattonelle ci sono frasi dei grandi filosofi, e quando sei in questo luogo, a contatto con la natura, sembra di ritrovare pace e serenità per riflettere su questi principi. Il Parco Filosofico è un luogo magico, mai abbastanza pubblicizzato.

Giardini di Augusto

Non è uno spazio per fare picnic ma il polmone verde nel cuore del centro. Basta arrivare a Via Camerelle, dove trovi le principali boutique di Capri, per individuare il vicoletto che scende verso i Giardini di Augusto. Questo è il punto di partenza per Via Krupp, ora chiusa al pubblico per pericolo caduta massi.

Via Krupp

Via Krupp: panorama mozzafiato

Ma i Giardini di Augusto sono sempre aperti e regalano un angolo di pace immerso nel verde. Soprattutto, da queste terrazze puoi ammirare la baia di Marina Piccola e i Faraglioni di Capri. Ovviamente mentre torni in centro è immancabile una visita al museo della Certosa di San Giacomo.

Piazzetta delle noci

Un altro spazio verde a Capri, in zona Matermania. Ci allontaniamo dalle piazzette dei vip, dai locali e dai ristoranti per raggiungere la vera Capri: qui si trovano le campagne, i giardini coltivati e abbelliti dai fiori che si intravedono dai cancelli. E mentre arrivi alla Piazzetta delle Noci ti rendi conto che davanti a te si apre un panorama unico: in un colpo d’occhio hai Villa Jovis, l’Arco Naturale, Punta Campanella e un pezzo della Costiera Amalfitana.

Capri è così, non smette mai di stupire. Sembra l’isola ideale per una vacanza all’insegna del mare ma può diventare anche la meta preferita di chi non può fare a meno di zaino, scarpe da trekking, pranzo al sacco e una buona passeggiata. Questi sono gli spazi verdi di Capri, non gli unici ma sicuramente i più accoglienti e spettacolari.

Share: