mare

Stai già pensando alla tua vacanza estiva a Capri? Questo è il periodo migliore per pianificare e organizzare la tua gita, per fare in modo che tutto sia perfetto. Con un po’ di anticipo puoi avere il meglio e trasformare la tua esperienza in un ricordo indimenticabile.

Hai dato uno sguardo ai migliori hotel a Capri, hai già segnato in agenda i ristoranti che meritano sicuramente una visita. Adesso devi concentrarti su un elemento decisivo: il mare. D’altro canto questo è il motivo che ti ha spinto a scegliere l’isola azzurra, vero?

mare a capri

Beh, non solo. Capri è un’isola che richiama l’attenzione di chi cerca un fine settimana a contatto con la storia antica, merito delle dimore romane di Villa Jovis e Damecuta, ma anche di chi preferisce le passeggiate nel verde. Basta raggiungere la Migliera o seguire il sentiero del Pizzo Lungo per avere un assaggio di queste meraviglie.

Il mare non tradisce mai. Chi sceglie Capri per godersi le spiagge e i lidi di questa perla mediterranea tornerà a casa con un ricordo indelebile. Ma quali sono le spiagge migliori? In base a quali esigenze? Cosa devi sapere per goderti veramente il mare di Capri? La risposta si trova in questi 4 punti.

Niente sabbia a Capri

Primo punto da tener presente quando scegli Capri come meta delle tue vacanze: qui non c’è sabbia. Non ci sono spiagge di questo tipo, ma solo due alternative: ciottoli e discese a mare. Le spiagge sabbiose si trovano in altri punti del Golfo di Napoli, ad esempio a Ischia.

Le spiagge di ciottoli si dividono prevalentemente tra Marina Grande e Marina Piccola. Qui si ritrovano soprattutto le famiglie con i bambini perché sono più sicure e abbordabili per chi muove le prime bracciate. La sabbia calda è fastidiosa a piedi nudi, ma i ciottoli sono altrettanto insidiosi. E per le discese a mare fai attenzione alle alghe: lo scivolone è sempre in agguato.

Entriamo nella grotta?

Il primo pensiero di chi arriva a Capri: visitare la Grotta Azzurra, il luogo in cui il mare diventa color cielo. Per entrare in questo antro devi arrivare ad Anacapri, in località Gramola, e seguire la fila per fare il biglietto e salire su una delle barchette che ti permette di visitare questo museo naturale.

Ecco la sorpresa: la grotta è chiusa. Questo succede quando il mare è agitato perché l’entrata viene letteralmente coperta dalle onde e l’ingresso è pericoloso. A volte del tutto impossibile. Ecco, quindi, il consiglio: se stai pianificando una visita alla Grotta Azzurra assicurati che il mare sia calmo. Altrimenti rischi di arrivare all’ingresso senza poter entrare.

Per approfondire: grandi numeri per la Grotta Azzurra.

Quale giro dell’isola?

Vuoi scoprire l’isola di Capri da una prospettiva differente? Devi prenotare un giro dell’isola. A Marina Grande puoi trovare diversi servizi che ti permettono di noleggiare un’imbarcazione. Qui però c’è un dubbio da risolvere: cosa scegliere? Puoi optare per un gommone o magari per un gozzo, soluzione più solida e piacevole per godersi il mare di Capri.

Il consiglio: scegliere un gozzo con marinaio e pranzo a bordo. Certo, è la decisione più impegnativa dal punto di vista economico. Ma se vuoi il massimo dalla tua giornata di mare devi goderti le comodità, senza dimenticare le delizie della buona cucina locale.

Tracce di storia

casa rossaRimaniamo sempre legati alla Grotta Azzurra, ma allontaniamoci da Gradola. Nel centro di Anacapri c’è una casa museo che hai sicuramente notato grazie al suo colore: è la Casa Rossa, antica abitazione del colonnello americano J.C. MacKowen che è diventata un luogo per chi vuole scoprire la storia dell’isola di Capri.

Qui, infatti, si trovano delle statue speciali: sono quelle ritrovate sul fondo della Grotta Azzurra e che rappresentano delle divinità marine. Questa è la prova: un tempo questo antro era utilizzato dall’imperatore Tiberio come ninfeo, ed era collegato con la Villa di Gradola. Amare il mare di Capri vuol dire anche conoscerne la storia.

La tua vacanza a Capri: qualche domanda?

Le domande per organizzare una gita a Capri sono finite? Non credo, ci sono tante curiosità da scoprire e da definire. Scommetto che hai bisogno di altre informazioni, ma ti propongo questo: lascia le tue domande nei commenti, cerchiamo insieme la soluzione.

Share: