Palazzo a Mare, la spiaggia degli imperatori

Quante volte abbiamo parlato delle spiagge di Capri? Certo, su quest’isola non ci sono i classici lidi di sabbia: solo discese a mare e ciottoli, ma qui puoi respirare l’aria del Mediterraneo. Tutto questo era chiaro già al tempo degli antichi romani, sai? L’Imperatore Augusto era un estimatore di Capri, così come Tiberio.

Palazzo a Mare, la spiaggia degli imperatori

Palazzo a Mare, la spiaggia – Fonte immagine

Ecco perché a Capri si trovavano dodici ville romane. Dodici dimore per godere degli angoli più belli di Capri. La più famosa? Villa Jovis, quella che possiamo ancora visitare. Così come è possibile ammirare almeno in parte Villa Damecuta ad Anacapri. Il resto è nelle mani della storia: abbiamo solo testimonianze scritte e pochi resti.

Ma sappiamo che Tiberio aveva ereditato da Augusto anche una villa sul mare. Uno splendido edificio che faceva da porto privato. Proprio dove oggi sorge la spiaggia di Palazzo a Mare.

La villa romana

Palazzo a Mare si trova sul versante nord dell’isola, a metà strada da Marina Grande e la Grotta Azzurra. L’edificio si estendeva da punta Bevaro fino alla spiaggia ed era costruita come la classica villa romana sul mare: edifici sparsi sul territorio naturale con vista panoramica. In questo caso sul Golfo di Napoli.

Il giardino dell’imperatore si trovava dove oggi sorge il vecchio campo di calcio, e nonostante le ampie zone costruite ben poco è rimasto a causa dei saccheggi avvenuti nel corso dei secoli. Senza dimenticare che durante l’occupazione francese la zona della villa imperiale è stata trasformata in un accampamento militare. In ogni caso è ancora ben chiara la grandezza di questa villa imperiale:

“Una rampa con gradini di marmo, attualmente nascosta dalla vegetazione, conduceva al quartiere marittimo della villa, al centro del quale si apre la grande esedra-ninfeo. Pertinenti a questo quartiere sono alcune vasche, forse utilizzate per la piscicoltura, e altre strutture in cui si è riconosciuto un porticciolo di approdo alla villa” (fonte).

Oggi è possibile ammirare parte di questi reperti andando verso la spiaggia di Palazzo a Mare. A proposito, come si arriva? Qual è il sentiero per raggiungere questo lido?

Palazzo a Mare

Palazzo a Mare: come si arriva

La strada per arrivare a Palazzo a Mare si trova lungo la carrozzabile che collega Capri con Marina Grande. Vicino alla Chiesa di San Costanzo, una delle più antiche e suggestive dell’isola, si trova il campo di calcio nuovo. Prendi la strada che costeggia il campo e prosegui verso l’interno, lungo il sentiero che porta al Ristorante Da Paolino.

Continua a salire. Arrivi al vecchio campo di calcio (già zona della villa imperiale) e poi a una scalinata che porta verso la spiaggia. A questo punto già noti che Palazzo a Mare è un luogo incantevole: da un lato hai le vigne, le campagne della gente del posto. Dall’altro lato, invece, c’è il mare. E c’è lo spettacolo indimenticabile del Golfo di Napoli.

Spiaggia o stabilimento?

Arrivato a mare puoi scegliere: a destra vai verso la spiaggetta pubblica, a sinistra verso lo stabilimento Bagni di Tiberio. Qui puoi assaggiare la cucina tipica di Capri e tuffarti in un mare cristallino. L’acqua di Palazzo a Mare, infatti, acquista un colore spettacolare grazie anche al fondale chiaro. Quando sali ad Anacapri puoi ammirare dall’alto la spiaggia: resti senza parole.

Se preferisci la spiaggia libera è un’ottima alternativa allo stabilimento (che ha anche la comodità del collegamento via mare con Marina Grande) ma ricorda che non è molto spaziosa: di solito devi prendere il posto la mattina, altrimenti trovi tutto occupato.

La tua spiaggia preferita?

Questa è la spiaggia di Palazzo a Mare, un luogo che i capresi portano nel cuore. Perché non organizzi la tua giornata per raggiungere questa caletta? Di solito è la spiaggia dei bambini e per le famiglie, soprattutto se vuoi andare allo stabilimento balneare.

Share: