faro di punta carena

C’è un luogo magico a Capri, un luogo che tutti i capresi conoscono. E quando possono raggiungono per godersi l’ultimo raggio di sole. Questo luogo ha un nome inconfondibile: il Faro di Punta Carena, una delle spiagge più famose dell’isola azzurra. Ma anche luogo ideale per matrimoni a Capri.

faro di punta carena

Una vista del Faro di Punta Carena – Fonte immagine

Anzi, il Faro di Punta Carena non è una vera e propria spiaggia. Non come se la immaginano molti. Non ci sono distese di sabbia (in realtà a Capri non ci sono spiagge) e non troverai i ciottoli di Marina Grande. Il Faro di Punta Carena è una discesa a mare, ma è uno dei luoghi più belli.

Punta Carena ad Anacapri

Quando arrivi al faro di Anacapri sei in una baia. In una laguna abbracciata dal Caponuoglio, lo scoglio che prende il nome dal cetaceo (capodoglio) che un tempo si ammirava in lontananza.

E poi il Faro di Punta Carena è una località baciata dal sole: in piena estate la spiaggia è illuminata dalla prima mattina fino all’ultimo raggio. Dai bar puoi ammirare l’ultimo spicchio di sole che si tuffa nel Mediterraneo, e puoi goderti il fresco della sera in compagnia degli amici.[cryout-pullquote align=”left|center|right” textalign=”left|center|right” width=”33%”]Vicino al faro c’è un fortino della Seconda Guerra Mondiale che si affaccia su una vista spettacolare su Ischia.[/cryout-pullquote]Ovviamente il Faro di Punta Carena è servito da uno stabilimento balneare, uno dei più grandi dell’Isola: il Lido del Faro, con piscina e discesa a mare.

Al Lido c’è un ottimo ristorante che prepara piatti tipici della tradizione locale, ma non puoi rinunciare a uno dei piatti tipici della tradizione caprese: i ravioli.

Magari puoi prendere questa delizia insieme a un antipasto di mare, ma alla fine c’è sempre il Limoncello a chiudere il pranzo. Mi raccomando, da bere rigorosamente freddo. Se preferisci qualcosa di meno impegnativi ci sono due bar poco prima di scendere in spiaggia che preparano panini, insalate e ottime caponate. Qui il relax è assicurato.

Sai perché si chiama così? Sai qual è l’origine del nome Punta Carena? Perché il faro che domina la baia (uno dei più grandi d’Italia) è situato su una penisola che ricorda la carena di una nave.

Un matrimonio al Faro

Il Lido del Faro è anche una delle location preferite per sposarsi a Capri. Soprattutto da qualche tempo, dato che il Comune di Anacapri ha inserito il fortino del Faro e lo stabilimento tra i luoghi adatti a celebrare matrimoni civili e riti simbolici. Quindi questa caletta può diventare il luogo adatto per celebrare il sì più importante della tua vita. Per approfondire: dove sposarti a Capri.

Da Antonio e Maliblu

Il lido del Faro non è l’unico luogo per una pausa dal sole e dal mare. Ci sono altri due bar che possono darti ristoro: Da Antonio e il Maliblu. Quest’ultimo è famoso per gli aperitivi al tramonto, appuntamenti che spesso ospita musica dal vivo con Dj, gruppi live e musicisti locali ma non solo.

Maliblu al faro di punta carena

Un aperitivo al Maliblu Sunset del Faro

La migliore combinazione? Rimanere tutto il giorno al Faro per poi concedersi un aperitivo al tramonto. E rimanere fino a sera, soprattutto in piena estate: a giugno e a luglio il sole va via molto tardi, quindi puoi ammirare il crepuscolo fino alle 20. Nel frattempo ti godi la musica e il drink.

Come si arriva al Faro di Punta Carena?

Da Capri devi prendere un autobus o un taxi per arrivare ad Anacapri. Qui devi chiedere all’autista lo stop di Piazza della Pace, capolinea della seconda linea di autobus che collega Anacapri con Grotta Azzurra e Faro di Punta Carena. Qui puoi prendere l’autobus e fermarti al capolinea: pochi minuti e sei in spiaggia. Per approfondire orari e autobus dell’isola: come muoversi a Capri.

Passeggiate e itinerari al Faro

passeggiata dei fortiniDal Faro di Punta Carena parte la passeggiata dei Fortini. Dalla spiaggia c’è una scorciatoia che attraversa una pineta e raggiunge il fortino di Pino, prima fermata del lungo percorso che attraversa il versante occidentale della costa isolana. Praticamente è uno spettacolo indimenticabile.

Il Faro di Punta Carena è il punto ideale per iniziare questo percorso: iniziare dalla Grotta Azzurra vuol dire affrontare la salita di Pino che non è il massimo della semplicità (soprattutto d’estate e dopo aver affrontato chilometri di strada a piedi). Meglio evitare tutto questo, non credi? Non dimenticare acqua e scarpe comode per una passeggiata confortevole.

Ora non ti resta che prendere il costume, preparare la borsa per il mare e salire sull’autobus per il Faro di Punta Carena. Ti aspetta una giornata spettacolare, anche a settembre e ottobre. Anzi, questo è uno dei punti ideali dell’isola per fare il bagno fuori stagione.

Share: