positano

Sei in vacanza a Capri, hai acquistato il tuo Capri Watch e ti stai godendo la bella vita dell’isola. Stai facendo lunghe passeggiate, stai scoprendo le ville storiche e non ci sono più belvedere nascosti per te.

Ora però è arrivato il momento di scoprire qualcosa di nuovo. Vuoi viaggiare e visitare i dintorni di Capri: ci sono diverse soluzioni, diverse mete, ma una delle più ambite è sempre la Costiera Amalfitana. Ovvero una striscia di terra opposta alla Costiera Sorrentina (dove trovi i centri di Sorrento, metà, Castellammare di Stabia) e affacciata sul golfo di Salerno.

Ma perché tutti vogliono andare in costiera? Per le sue tradizioni, per la cucina, per le bellezze della natura, per le lunghe passeggiate. E soprattutto per il mare. Chi sceglie la Costiera Amalfitana ama il mare e la spiaggia. Una delle mete principali, infatti, è Positano. Ovvero una cittadina che affonda le sue radici nella tradizione marinara.

Positano e Amalfi

La spiaggia grande fa da base al centro di Positano che si arrampica sul dorso della montagna e sfrutta ogni insenatura per svilupparsi: il centro storico è un continuo rincorrersi di vicoli e vicoletti, dai belvedere spiccano i colori della chiesa di Santa Maria Assunta e Li Galli, ovvero gli isolotti che – secondo la tradizione – erano dimora delle terribili sirene.

Poco distante da Positano troviamo Amalfi, il punto di riferimento delle gite in costiera. Prima tappa di una visita ad Amalfi: il duomo, la cattedrale di Sant’Andrea, spettacolare costruzione religiosa nel cuore del paese. Dal centro storico di Amalfi parte anche una splendida passeggiata che attraversa la Valle dei Mulini, ovvero una zona caratterizzata da una vegetazione rigogliosa che un tempo era centro della produzione della carta amalfitana. I mulini, infatti, erano le antiche cartiere.

Prima di proseguire

Sì, prima di proseguire verso Salerno c’è una tappa da non perdere: Nerano, frazione di Massa Lubrense. Ovvero un piccolo borgo rinomato in tutto il mondo per la qualità dei ristoranti affacciati sul mare. Se vuoi assaggiare la vera cucina amalfitana devi prenotare qui, e assaggiare lo storico piatto di pasta e zucchini. Prima di andar via c’è ancora una tappa da seguire: la baia di Jeranto. Ovvero uno dei paradisi naturalistici della Costiera Amalfitana.

Passeggiata storica

Un’altra passeggiata storica è il Sentiero degli Dei, un passaggio che parte da Santa Maria di Castello a Bomerano e attraversa buona parte della costiera da una prospettiva unica: sembra di poter toccare Capri con un dito. Il punto più affascinante della passeggiata è sicuramente l’arrivo a Punta Campanella, il tratto panoramico che si avvicina all’isola di Capri e rappresenta uno dei fulcri del Golfi di Napoli.

Dopo Amalfi non puoi mancare una visita a Maiori, Minori, Ravello (uno dei pochi paesi della costiera che si allontana dal mare e regala viste mozzafiato) e Furore. Qui puoi ammirare lo storico fiordo, uninsenatura che lascia entrare il mare nella roccia e che nei mesi estivi ospita una spettacolare gara di tuffi.

Ultima: Vetri sul Mare

Ovvero la patria delle ceramiche. Fare un salto a Vetri sul Mare vuol dire scoprire un’arte antica che ha come protagonisti gli artigiani della ceramica. Artigiani che ancora oggi modellano e disegnano fantasie che ricordano i colori del Mediterraneo.

Per raggiungere i luoghi della Costiera Amalfitana da Capri hai due alternative: arrivare a Sorrento e poi prendere un autobus che porta in Costiera oppure utilizzare i collegamenti marittimi che durante i mesi estivi collegano l’isola con la magica Costiera Amalfitana.

Share: