Capri è un sogno a occhi aperti, un luogo che ti incanta e ti rapisce. Nel cuore dell’estate o durante i primi mesi invernali – il caldo autunno caprese – puoi organizzare gite giornaliere per visitare arte e natura dell’isola. Ma puoi anche pianificare gite nei dintorni: bastano circa 60 minuti per arrivare a Napoli con aliscafi e navi veloci.

sorrento

Sorrento – Fonte immagine

La Costiera Amalfitana è sicuramente una delle tappe preferite da chi si trova in vacanza a Capri, ma anche dai residenti che vogliono organizzare una gita fuori porta all’insegna della buona gastronomia mediterranea. Certo, anche se il mare e la cucina di Capri sono uno spettacolo, è bello lasciarsi i Faraglioni alle spalle ogni tanto per visitare l’arcipelago de Li Galli.

Ma non solo. Amalfi e Positano si trovano sul versante del Golfo di Salerno. Se guardiamo verso il Golfo di Napoli abbiamo un’altra zona che aspetta solo di essere visitata: la Costiera Sorrentina. Il punto di riferimento per chi vuole visitare quest’area? Il nome suggerisce il porto d’arrivo: la bella e vivace Sorrento.

Visitare Sorrento

Arrivare a Sorrento è semplice, da Capri basta prendere uno dei tanti aliscafi che partono da Marina Grande e arrivano in circa 30 minuti a terraferma. Sorrento è un’enorme terrazza affacciata sul mare, per raggiungere il centro devi costeggiare il muro di roccia fino a Piazza Tasso. [cryout-pullquote align=”left|center|right” textalign=”left|center|right” width=”33%”]Nessuna poesia potrebbe adombrare la bellezza d’una limpida sera di estate in Sorrento – Francesco Mastriani)[/cryout-pullquote] Qui inizia il centro, qui puoi perderti tra i vicoletti del centro storico e tra le terrazze affacciate sul Golfo di Napoli.

Se Capri offre dei belvedere da togliere il fiato, Sorrento non è da meno. Così come è degna concorrente per chi ama il Limoncello: un pranzo o una cena a Sorrento non può chiudersi senza un bicchiere del tipico digestivo preparato con i limoni del luogo.

Cose da fare a Sorrento: visitare la Chiesa di San Francesco d’Assisi e concedersi una cena a base di pesce in uno dei ristoranti affacciati sul mare. Qui la cucina mediterranea esprime il suo massimo, e il nostro consiglio cade ovviamente sul ristorante Ghibli.

Pompei, Castellammare ed Ercolano: la grande storia

Sorrento è il punto di partenza ideale per la tua gita perché ti permette di organizzare con semplicità tutti gli spostamenti. Ci sono autobus che portano verso la Costiera Amalfitana, ma la Circumvesuviana ti permette di raggiungere altri centri importanti della Penisola Sorrentina. Come, ad esempio, Ercolano e Pompei.

Conosci questi nomi, vero? Sono le città distrutte dall’eruzione del Vesuvio nel lontano 79 d.C. In entrambi i casi gli scavi hanno riportato alla luce meraviglie delle antiche città romane, soprattutto nel caso di Pompei che può essere definito il più grande museo a cielo aperto del mondo.

Castellammare di Stabia

Castellammare di Stabia – Fonte immagine

Passeggiare tra le ville e le case degli antichi romani è un’esperienza unica, ma una gita in Costiera Sorrentina non può limitarsi a Pompei ed Ercolano. Soprattutto se ami la storia antica. In questo caso devi visitare le rovine dell’antica Castrum ad Mare. Ovvero l’attuale Castellammare di Stabia, un comune che affaccia sul Golfo di Napoli e che un tempo era considerato un luogo di ristoro già nell’Ottocento. Da non perdere una visita al santuario della Madonna della Libera.

Dal Vesuvio ai Monti Lattari

A proposito del grande vulcano: da Sorrento è facile anche raggiungere il Vesuvio e organizzare una gita nel parco che lo circonda. Questa gita è perfetta per chi ama le gite all’aria aperta, la natura e il panorama imperdibile che puoi ammirare una volta raggiunto il cratere. Ma le passeggiate naturalistiche non finiscono qui, la Costiera Sorrentina è ricca di alternative per gli amanti del trekking.

Da termini, infatti, inizia il Sentiero Degli Dei. Un percorso che attraversa il versante estremo della penisola Sorrentina: Punta Campanella. Qui Capri sembra vicinissima, la puoi toccare con un dito. O almeno così sembra. Se vuoi unire le passeggiate naturalistiche con gli itinerari enogastronomici puoi scegliere i percorsi che attraversano e arrivano sui Monti Lattari. Uno dei più famosi è quello che parte da Castellammare di Stabia e ti permette di raggiungere il Monte Faito con la funivia..

La tua gita in Costiera Sorrentina

Per organizzare una gita indimenticabile in Costiera Sorrentina devi considerare una serie di elementi che possono minare la buona riuscita del viaggio. In primo luogo il meteo: assicurati non solo delle condizioni del cielo, ma anche del mare se devi partire da Capri. Inoltre ti consiglio di avere sempre a portata di mano gli orari degli aliscafi per programmare il ritorno a Capri.

Ricorda, la Costiera Sorrentina è un luogo in cui puoi trovare natura, storia e buona cucina. Organizza la tua giornata in base ai gusti personali, ma lascia un po’ di spazio in borsa per portare a casa qualche delizia gastronomica. Una bottiglia di Limoncello tipico di Sorrento è il miglior souvenir, non credi?

Share: